Come abbassare i CONSUMI della Pompa di Calore

E’ possibile ridurre i consumi della Pompa di Calore?

Il sogno di una persona attenta, in grado di comprendere l’importanza dell’economia familiare, è quello di ridurre i consumi. Su questo aspetto si apre un mondo:

  • ridurre i consumi di carburante dell’automobile

  • ridurre gli scontrini per la spesa (con particolare attenzione alla qualità del cibo acquistata)

  • abbassare le bollette elettriche evitando lo spreco di energia

  • chiudere i rubinetto dell’acqua finchè ci si lava i denti

  • diminuire le tasse da pagare

ed altre decine di margini di miglioramento.

.

Ma come si possono ridurre i consumi della Pompa di Calore mantenendo il comfort in casa?

I parametri su cui lavorare sono 2:

1. QUANDO accendere la Pompa di Calore (orari)

2. che TEMPERATURA impostare nella Pompa di Calore (temperature)

Approfondiamo questi due aspetti.

Se non hai voglia di  leggere ma vuoi vedere direttamente il video clicca sull’immagine qui sotto:

come abbassare i consumi pompa di calore

ORARI

La Pompa di Calore consuma meno se viene fatta lavorare di giorno. Per due motivi:

  • la temperatura esterna è più alta e quindi il COP della Pompa di Calore risulta maggiore (maggiore efficienza, minore consumo in bolletta)

  • se c’è un impianto fotovoltaico hai la possibilità di utilizzare istantaneamente l’energia che sta producendo gratuitamente (in alcuni periodi freddi non sarà sufficiente per il consumo della Pompa di Calore, ma da sicuramente un aiuto)

abbassare consumi pompa di calore

Se la casa non è abbastanza isolata però non potrai pensare di accendere la Pompa di Calore solo di giorno perchè le dispersioni dei muri perimetrali, del tetto e degli infissi raffreddano troppo velocemente l’abitazione (il caldo prodotto fuoriesce molto velocemente). Ad ogni modo qualche miglioramento potrai ottenerlo gestendo bene gli orari.

TEMPERATURE

Come anticipato nelle risposte iniziali la resa della Pompa di calore dipende non solo dalla temperatura esterna ma anche dalla temperatura di preparazione dell’acqua (tecnica per riscaldamento e sanitaria per gli usi domestici come docce e lavandini).

Più alta è la temperatura richiesta dell’acqua, più la PdC consumerà.

Rifacendoci quindi al punto precendente “orari”, risulta fondamentale poter settare le diverse temperature dell’acqua durante il giorno.

Alla mattina, quando fa più freddo e il COP della Pompa di Calore è basso, conviene mantenere una temperatura più bassa dell’acqua (facendo attenzione a mantenere il livello di comfort all’interno della casa).

Mentre nella fascia centrale della giornata (10:30 → 16:00) sarà importante aumentare la temperatura dell’acqua che circola nell’impianto di riscaldamento e riscaldare casa più possibile, per trovarla calda e pronta al rientro dal lavoro.

abbassare i consumi pompa di calore

C’è una verità che solo le persone più attente sono in grado di comprendere: la possibilità di regolare giorno per giorno questi parametri non può essere affidata all’installatore generico:

non verrà mai a casa tua tutte le sere per Regolare la tua Pompa di Calore e chiederti come ti sei trovato il giorno prima e quanto hai consumato.

CONTROLLO DEI CONSUMI DELLA POMPA DI CALORE

Grazie alla tecnologia nel 2018 è possibile fare queste operazioni rimanendo seduti in ufficio o sul divano di casa. Le Pompe di Calore Professionali hanno un sistema avanzato di monitoraggio che permette di gestire “giorno per giorno” orari e temperature e monitorare le temperature registrate in casa. Nonchè la possibilità di vedere quando si accende la Pompa di Calore e quanti kWh elettrici ha consumato in un specifico giorno.

Un’azienda preparata saprà insegnarti come gestire il monitoraggio a distanza e ti accompagnerà nella giusta taratura per la tua Pompa di Calore.

Purtroppo se hai già installato una Pompa di Calore e non dispone di un monitoraggio a distanza (per regolare temperature ed orari, oltre che vedere quando si accende e quanti kWh consuma) non potrai integrarlo in alcun modo. Se sei una persona precisa ed attenta dovrai andare ogni sera in centrale termica e fare le regolazioni manualmente, oltre che registrarti giorno per giorno i kWh elettrici consumati.

Se invece sei ancora in fase di scelta della Pompa di Calore, assicurati che quella che stai scegliendo abbia un controllo a distanza. Nel 2018 dovrebbe essere scontato! Facciamo acquisti online e in 1 giorno arrivano, possiamo fare la spesa online e ritirarla al supermarket, prenotiamo le ferie online, comunichiamo con i nostri amici online,.. e non possiamo gestire la Pompa di Calore?

Ing. Samuele Trento

QUALCHE NOTIZIA SULL'AUTORE: Mi definisco il REALIZZATORE DI SOGNI. AIUTO le persone come te a smettere di pagare le bollette del gas con un sistema sicuro, garantito ed affidabile: la Pompa di Calore Professionale.

Scrivimi qui la tua richiesta

4 thoughts to “Come abbassare i CONSUMI della Pompa di Calore”

    1. Ciao Alessandro,
      delle Pompe di calore Nibe non posso esprimermi con certezza.
      Il motivo è molto semplice: non si trovano recensioni di clienti su Internet. Chi le distribuisce non ha nemmeno una recensione, e quindi non sappiamo come si trovano i clienti.

      C’è qualche recensione cercando su Google ” Domusgaia Srl Nibe Impianti ” :

      https://www.google.it/search?q=domusgaia&sa=X&ved=2ahUKEwjPyML544XdAhVQWxoKHZqRCWwQvS4wB3oECAEQIQ&biw=1366&bih=662&npsic=0&rflfq=1&rlha=0&rllag=45434473,12485665,93721&tbm=lcl&rldimm=1835703782975943555&rldoc=1&tbs=lrf:!2m1!1e2!2m1!1e3!3sIAE,lf:1,lf_ui:2#rlfi=hd:;si:3515799748523255888;mv:!1m3!1d722336.3330146464!2d12.48566595!3d45.43447395!2m3!1f0!2f0!3f0!3m2!1i302!2i387!4f13.1

      Ma come potrai leggere ci sono solo 3 recensioni ad oggi, di cui una MOLTO negativa.

      Dai documenti che si trovano sul web non si capisce se la pompa di calore nibe può essere monitorata e gestita a distanza. E’ un fattore importante per controllarne i consumi elettrici. Guarda questo video: https://youtu.be/rIb3UmvHHFU

      Se la stai valutando fatti dare i grafici di resa (COP e potenza termica) fino a -20°C e un certificato di un ente terzo che CONVALIDA i numeri che vengono riportati nelle schede tecniche. Un ente tipo il TUV. Perchè le schede tecniche AUTOPRODOTTE dal costruttore possono riportare qualsiasi cosa.

      Ho visto che ultimamente nel catalogo delle pompe di calore nibe c’è anche la ventilazione meccanica nibe e il solare termico nibe.
      Non capisco perchè un produttore di pompe di calore deve vendere anche questi prodotti.
      Ciao
      S.

    1. Ciao Enrico, più che focalizzarti sulla marca (fondamentale per capire se è un produttore di sole pompe di calore oppure un marchio che vende un po’ di tutto) mi concentrerei sulle rese. Fatti dare il COP a 2°C con mandata 35 e con mandata 55. Confrontalo con le pompe di calore professionali e fai le tue valutazioni. Calcola quanto più basso risulta in %. Quella % saranno i soldi che dovrai tirare fuori in più a causa del consumo più elevato (a quelle condizioni ovviamente).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *