Pompa di Calore per impianto a radiatori

Come capire se il tuo impianto a
radiatori può essere convertito in pompa
di calore?

Al bar oppure leggendo qualche
post su internet dicono che le pompe di
calore funzionano solo con impianto a
pavimento.

Balle! E te lo dimostrano le
migliaia di installazioni fatte su
impianti a radiatori.

Se non hai voglia di leggere guarda il video cliccando QUI sotto:

Si parla ovviamente di Pompe di Calore professionali e non commerciali, cioè quelle che sembrano dei
condizionatori.

Ma allora cosa fare a casa tua?
Ci sono due aspetti che poi verificare da solo per capire se puoi tramutare
il tuo impianto a radiatori con la pompa di calore.

1 ASPETTO
Se i tuoi radiatori sono idonei

2 ASPETTO

se la pompa di calore che sceglierai è
adeguata

Esistono centinaia di tipi
di radiatori che possiamo riassumere in
tre famiglie a seconda del materiale di
costruzione:

  • radiatori in alluminio
  • radiatori in acciaio
  • radiatori in ghisa

Quelli in alluminio sono i migliori per le pompe di calore perché permettono di lavorare a temperature più
basse 45 48 50 gradi. Sono caratterizzati per lo più da una grande superficie con delle lamelle.
Poi ci sono quelli in acciaio tubolare che non si comportano male con le
pompe di calore perché anche questi permettono di lavorare comunque a temperature di 55 e 60 gradi.
Poi ci sono quelli in ghisa: un grande punto di domanda. Infatti ti dimostrerò più avanti come capire se i
tuoi radiatore in ghisa riescono a scaldare casa anche con una pompa di calore.
Devi sapere che non tutti i radiatori e vanno bene e dipende sostanzialmente dalle dimensioni.
Cercherò di farla semplice semplice.
Più è grande un radiatore e più potenza eroga e quindi riscaldi meglio la stanza dove è stato installato. Ma se il
radiatore è troppo piccolo per erogare la stessa potenza abbiamo la necessità di mandare acqua
più calda dentro al radiatore quindi non basteranno 55 60 gradi.
Rispetto ad un radiatore ben dimensionato ci vorranno 70 75 gradi per un radiatore in ghisa sottodimensionato e
con queste temperature con la pompa di calore non ci arrivi.

 

Allora come puoi
capire da solo se i tuoi radiatori sono
idonei?

E’ molto facile ed è un test che puoi fare da solo durante l’inverno.
Allora imposta la tua vecchia caldaia a 55 gradi e tieni sotto controllo la tua abitazione:
se dopo una settimana sei riuscito comunque a riscaldare casa significa che i tuoi radiatori possono lavorare anche
a più bassa temperatura e quindi anche con la pompa di calore.

Se non sei in grado di abbassare la temperatura della tua caldaia allora chiama il tuo
idraulico e fatti guidare al telefono: è veramente semplice. Ma questa storia di abbassare la temperatura non deve essere solo per la pompa di calore.
Devi sapere che abbassando la temperatura della caldaia inizierai a risparmiare da subito in
bolletta del gas:  te l’aveva mai detto nessuno?

Se vuoi analizzare il tuo impianto con una Preanalisi Gratuita CLICCA QUI.

Allora una volta verificati che i tuoi radiatori e sono idonei passiamo al punto 2:
la pompa di calore riuscirà a riscaldare i radiatori?

Per capirlo fatti dare le schede tecniche da chi te la propone.
Verifica che potenza termica viene erogata dalla pompa di calore con due gradi esterni Attenzione non guardare la temperatura di mandata a 35 ma a 55! Se il cop è superiore a 2,7 con queste
caratteristiche allora il modello proposto molto probabilmente è stato costruito per
lavorare con impianto anche radiatori.

Se vuoi sapere quanto consumerà allora puoi leggere l’articolo dedicato cliccando QUI.

Ing. Samuele Trento

QUALCHE NOTIZIA SULL'AUTORE: Mi definisco il REALIZZATORE DI SOGNI. AIUTO le persone come te a smettere di pagare le bollette del gas con un sistema sicuro, garantito ed affidabile: la Pompa di Calore Professionale.

Scrivimi qui la tua richiesta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *