pompe-di-calore-professionali-in-inverno

Pompe di Calore in Inverno: le BUGIE dei giornali

Errori? Conflitto di interesse? Incompetenza? Tutta la verità sul Funzionamento delle Pompe di Calore elettriche sotto la neve

C’è sempre più bisogno di parlare di come funziona una Pompa di Calore elettrica PROFESSIONALE in caso di neve e gelo

Grazie all’incentivo dell’Ecobonus 110% molte famiglie stanno scoprendo il mondo delle Pompe di Calore come alternativa ambientalista alla caldaia a gas o al riscaldamento a combustibile…

Oltre al fatto che abbatte i consumi energetici annuali della casa…

(Puoi vedere la playlist dei miei video sul bonus 110% a questo link di YouTube)

Del resto la Pompa di Calore è un intervento trainante

Cioè in una ristrutturazione che ruota attorno ad essa è possibile estendere il beneficio del 110% anche a molti altri lavori

Ma c’è un problema.

Decenni di martellamento sulla “cultura della caldaia” hanno impresso nella mente di tante persone che in caso di freddo e gelo la Pompa di Calore elettrica ha dei problemi…

…e questo è FALSO, altrimenti non si spiegherebbe come mai Svezia, Finlandia, Danimarca e altri Paesi europei freddissimi stanno sostituendo sempre più caldaie con Pompe di Calore full-electric (torno su questo punto tra poco).

Purtroppo mi capita ancora di leggere sui giornali delle falsità come quelle che ti riporto qui:

pompe-di-calore-professionali

C’è la credenza SBAGLIATA che le Pompe di Calore su impianti con radiatori abbiano problemi in inverno

Chi ha un impianto di riscaldamento a radiatori viene spinto a credere di essere costretto ad avere sempre e comunque una caldaia a combustibile fossile in casa sua…

“Se la temperatura fuori va sotto zero – gli dicono – ti si blocca la Pompa di Calore!”

Oppure gli si impone il costo di un rifacimento completo dell’impianto, sostituendo i radiatori con le serpentine a pavimento.

La verità – che posso testimoniare grazie a svariate installazioni realizzate su case con radiatori – è molto diversa…

I miei partner tecnici della rete Sigillo Sicuro hanno già dimostrato molte come puoi avere una casa 100% elettrica e perfettamente riscaldata anche in pieno inverno, ed anche se hai i radiatori in casa tua…

Ecco come fanno, in parole povere:

  • PRIMA dell’installazione va effettuata una simulazione precisa e accurata del futuro impianto
  • si tiene conto delle condizioni meteo della zona, nell’arco dell’anno intero
  • i materiali costruttivi dell’abitazione e la sua esposizione a nord/sud stabiliscono i coefficienti da calcolare
  • ed infine, conti alla mano, si può determinare il modello adeguato di Pompa di Calore elettrica professionale da utilizzare 

La simulazione permette anche di scoprire in anticipo se casa tua è indicata o meno per un impianto con Pompa di Calore…

Chiudi il contatore del gas con le Pompe di Calore


Ma in caso negativo, non è colpa dell’INVERNO, bensì del fatto che mancano le condizioni tecniche necessarie.

Se stai valutando di accedere all’Ecobonus 110% e vuoi farlo grazie ad una Pompa di Calore professionale, ecco a te

TRE MOTIVI PER CUI NON DEVI CREDERE A CHI TI DICE CHE AVRAI PROBLEMI IN INVERNO

Motivo N.1

I costruttori esperti in Pompe di Calore dichiarano le prestazioni delle loro macchine fino a -20 °C (anche -25 °C).

Sono state TESTATE e certificate fino a quelle temperature estreme, non si inventano nulla, stai tranquillo.

Quindi non mi spiego perché alcuni progettisti le considerino affidabili solo fino a -2 °C o -3 °C, ignorando quanto scritto sulle schede tecniche delle macchine…

Le sconsigliano anche in caso di abitazioni più grandi di 100-120 mq…

Forse hanno avuto esperienze negative sul campo, frutto di approcci sbagliati o errori di calcolo e installazione…

Ma come puoi vedere in questo video, le Pompe di Calore professionali funzionano alla grande sugli impianti a radiatori anche per abitazioni di 360 mq come questo Bed & Breakfast…

…che ha addirittura alcuni radiatori in ghisa e deve garantire il calore e il comfort agli ospiti della struttura tutto l’anno.

Motivo N.2

Questi “presunti esperti” hanno avuto clienti che si lamentano del freddo in casa, in pieno inverno.

Magari quelle famiglie hanno ricevuto una pompa di calore commerciale che è intasata dai frequenti sbrinamenti

Quindi consuma molta energia elettrica senza in realtà portare calore dentro casa – almeno non quanto ci si aspettava.

Ecco cosa comporta la scelta di una macchina sbagliata o non all’altezza della SITUAZIONE SPECIFICA per la famiglia in questione…

Ed ecco perché i partner di Sigillo Sicuro effettuano sempre la simulazione approfondita con il software che ho elaborato, prima di installare qualsiasi cosa nelle case dei clienti!

Motivo n.3

Ignorano i dati vendita e il successo nel mercato.

Lo devo ribadire: nei Paesi NORDICI stanno letteralmente buttando via caldaie a gas e a gasolio…

Ed è un processo in costante aumento, quindi vuol dire che sempre più famiglie passano alle Pompe di Calore professionali…

Ad esempio, dal 2000 al 2019 in Norvegia sono state vendute 1.4 MILIONI di Pompe di Calore.

Non si può certo dire che la Norvegia sia più calda dell’Italia, non pensi?

iscriviti al canale youtube dell'ing. samuele trento

Riassumendo, la realtà dimostra che le installazioni di Pompe di Calore realizzate a regola d’arte non hanno alcun problema in caso di freddo e neve.

Ne ho parlato anche in questo articolo in cui riporto i dati di un’installazione a Trieste con neve e BORA A 100 Km orari (non siamo certo ai Caraibi).

Quindi rimani aggiornato con questo blog e il mio canale YouTube (dove gli utenti mi possono fare domande sul loro caso specifico e io rispondo personalmente)…

E saprai tutto quello che c’è da sapere su come abbandonare per sempre il riscaldamento a combustibile e passare ad una casa 100% elettrica.

 

Al prossimo articolo

Ing. Samuele Trento 

    Scrivimi qui la tua richiesta

    2 thoughts to “Pompe di Calore in Inverno: le BUGIE dei giornali”

    1. Buon giorno e complimenti per i consigli per chi che come me non sa le cose in merito a riscaldamento “verde”.
      Allora voglio chiederle se è consigliabile tale impiantoche mi è stato proposto.
      Non avendo alcun inpianto di riscaldamento,o meglio,ci riscaldiamo con una stufa a pellet canalizzata nel reparto giorno e una camera con termoconvettore a metano.
      Mi è stato proposto: pompa di calore ibrida di buona qualità (credo una clover o glover, non ricordo bene) con una caldaia a pellet per sopperire i mesi invernali dato che abito
      vicino a Bassano del Grappa. Impianto da fare con termosifoni tubolari in acciaio.Mq. 120 circa 3 camere un bagno cucina e soggiorno open space di circa 60mq.
      Premetto che effettuerò tale impianto se potrò avvalerm del superbonus 110%.
      Volevo gentilmente un suo parere in merito. Grazie infinite.

      1. ciao, non sono un amante dei sistemi ibridi, sia con metano sia con pellet.

        Per me la pompa di calore deve fare tutto da sola e dimenticarmi il riscaldamento della casa. Soprattutto se lo abbino ad un impianto fotovoltaico.
        Se la pompa di calore non ce la fa durante i periodi più freddi la sentenza è: lascia stare la pompa di calore.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *